Area dell’Annuncio

Coordinatrice: Maria Sessa

Il Coordinamento per la Catechesi favorisce l’unitarietà del cammino in sintonia con la Diocesi. Sulla base degli Orientamenti Pastorali consegnatici dal nostro Vescovo Giuseppe all’inizio dell’Anno Pastorale. Il nostro Pastore ha voluto proporci il tema della ‘ACCOGLIENZA’; accoglienza vista in tutte le sue angolazioni. Il popolo di Dio deve essere ACCOGLIENTE altrimenti non può dirsi tale.

Nel Consiglio Pastorale Parrocchiale abbiamo sviluppato la tematica dell’accoglienza cercando di calarla in ogni contesto sociale, culturale e lavorativo della comunità parrocchiale. Le parole da tenere sempre presenti sono: ricominciare, ascoltare, accogliere, poiché tutto nasce dall’ascolto, è necessario ricominciare dall’ascolto al fine di maturare un atteggiamento maggiormente accogliente. Dobbiamo ripartire da Cristo, il che significa avere familiarità con Lui, imitarlo nell’uscire da noi stessi per andare incontro all’altro. Ci insegna a non aver paura di uscire dai nostri schemi per seguire Dio, perché Dio va sempre oltre; per cui bisogna, prima di tutto, accogliere, in ognuno di noi, il Cristo e poi i nostri fratelli, partendo dall’accoglienza che Gesù riservava ai poveri, agli emarginati, agli ammalati, alle donne ed ai bambini. Non dobbiamo dimenticare i semplici gesti di Gesù quando parlava e si avvicinava alle persone desiderose di incontrarlo. Gesù vuole che tutti si avvicinino a Lui e noi dobbiamo imparare ad essere il tramite affinché ciò si realizzi, poiché il Cristo si serve di noi. L’accoglienza che ci insegna Gesù non è un gesto puramente esteriore, ma è accoglienza del cuore che si estende alla totalità dell’essere con la sua originalità e con i suoi limiti. E’ accoglienza universale aperta a tutti, è accoglienza intrisa di condivisione, di generosità e gratuità, è accoglienza gioiosa e fiduciosa.

Dobbiamo calare tutti questi atteggiamenti e sentimenti nei confronti degli altri, la parrocchia non è un contenitore chiuso e triste ma aperto e gioioso perché esprime la gioia del Signore Risorto.

L’eucarestia è la fonte e il culmine da cui partire e a cui arrivare nella vita piena di un cristiano.

È il punto di arrivo e di partenza, l’eucarestia è il momento per ringraziare il Signore dei doni ricevuti ed è il momento in cui ci si ricarica per ricominciare la missione che Gesù ci dà.

Come dono dell’Anno della Fede, appena conclusosi, nasce in questo Anno Pastorale il gruppo di preghiera quale frutto della Missione Parrocchiale avutasi nell’anno appena trascorso.

Anche la Commissione Parrocchiale per i festeggiamenti è costantemente sollecitata a favorire il clima dell’annuncio del vangelo, in una costante attenzione all’Evangelizzazione, realtà primaria di tutte le attività nelle feste.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com